Smart Glasses powered by BlackBerry UEM

Smart Glasses powered by BlackBerry UEM. Protezione e l’internet delle cose (IoT), ormai sono le parole d’ordine di BlackBerry. Se si vuole avere una idea di cosa BlackBerry sta facendo nell’ambito del proprio “core business”, occorre consultare le pagine internet per le Imprese:  https://global.blackberry.com/ che ogni giorno si arricchiscono di novità.

È questa la volta degli Smart Glasses supportati da BlackBerry UEM.
BlackBerry consente ai reparti aziendali IT, di gestire gli acquisiti e proteggere i dati accessibili, attraverso i suoi occhiali intelligenti. Gli Smart Glasses, con il software BlackBerry Unified Endpoint Management (UEM), permetteranno a milioni di persone di utilizzare i dispositivi indossabili sull’ambiente di lavoro, per comunicare in modo chiaro e rimanere connessi in modo sicuro a mani libere, massimizzando i tempi di attività e accelerando il completamento dei compiti.

In questa pagina internet, https://global.blackberry.com/en/enterprise/smart-glasses, si evidenziano gli aspetti più interessanti di questa tecnologia. L’Internet delle cose (IoT) sta emergendo come uno degli sviluppi più significativi del nostro tempo. L’Enterprise delle cose, è la gamma di dispositivi collegati in internet per l’impresa, questa ha bisogno di essere protetta e gestita attivamente da IT. Il punto di arrivo, per gestire i nuovi livelli di trasformazione del business aziendale, va oltre i computer portatili, gli smartphone e i tablet. Gli Smart Galsses rappresentano la nuova tecnologia di dispositivi aziendali che stanno comparendo sul posto di lavoro, e per operare al meglio con questi nuovi prodotti, occorrono nuovi livelli di sicurezza e di supporto. BlackBerry® Unified Endpoint Manager (BlackBerry® UEM) è un software che ti dà la completa gestione e il controllo per questa nuova gamma di dispositivi collegati.

Apprendiamo al riguardo il seguente comunicato stampa (https://08.10.2017 Vuzix_BlackBerry.pdf)

ROCHESTER, NY , 10 agosto 2017  – Vuzix® Corporation (NASDAQ: VUZI), fornitore leader di Smart Glasses per realtà aumentata (AR), realtà virtuale (VR) e prodotti per i mercati consumer e enterprise, è lieta di annunciare che la società collaborerà con BlackBerry Limited (NASDAQ: BBRY ; TSX: BB) per consentire ai dipartimenti IT di gestire e proteggere i dati accessibili e acquisiti attraverso i propri smart glasses.   Paul Travers , Presidente e CEO di Vuzix, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di collaborare con BlackBerry, leader mondiale nei sistemi operativi sicuri e nelle comunicazioni mobili, per la fornitura di applicazioni sicure a supporto dei clienti aziendali degli Smart Glasses Vuzix M300”.


Leggendo queste pagine si ha la piacevole sensazione che non stiamo parlando di futuro, gli “occhiali intelligenti” per BlackBerry sono un qualcosa che già opera nelle aziende, e spesso quello che in origine viene utilizzato solo in certi ambiti, trova poi pratica nell’uso quotidiano. Pensiamo alla prima calcolatrice programmabile (HP-65) realizzata per una missione spaziale e oggi di uso comune.

Recommended Posts
Showing 5 comments
  • Davide

    Si ma esteticamente fanno un pochetto schifo..

    • custer
      custer

      😀 direi “a prescindere”.. basta che si parli di BlackBerry e fa sempre schifo.. ma in questo articolo più che altro si parla del software BlackBerry® Unified Endpoint Manager (BlackBerry® UEM), per la gestione della nuova gamma di dispositivi indossabili.. gli occhiali che vedi non sono costruiti da BlackBerry, sono vuzix m300 (supportano il sistema Android) https://www.vuzix.com/Products/m300-smart-glasses .. magari a richiesta, e per le aziende, BlackBerry li fornirà pure, ma il supporto è un’altra cosa.. E poi sono strumenti di lavoro, la principale esigenza è la praticità d’uso, sono cose serie, la bellezza lasciamola agli Iphone.

      •  Stefano passport 

        “Lasciamo la bellezza agli iphone” beh…questa è una vera e propria bestemmia 🙂

        • custer
          custer

          era una provocazione.. per dire che gli iPhone sono dei giocattolini carini ma la produttività e’ un’altra cosa.. poi tra poco diranno che hanno inventato l’accesso al dispositivo col riconoscimento facciale, ma come al solito sviluppano (bene lo ammetto) le idee di altri e noi che utilizziamo blackberry da sempre, lo sappiamo fin troppo bene!

  • Raffaele

    Grande Blackberry