DeGoogled e ottimizzazione di un dispositivo BlackBerry con sistema operativo Android, quindi questo articolo si rivolge agli attuali possessori di un BlackBerry Priv, Dtek50, Dtek60, Aurora, KeyOne, Motion, e ai futuri utilizzatori di uno di questi o dei prossimi in allestimento.

Doverose un paio di brevi premesse, io parlo di “ottimizzazione”, ma le mie considerazioni sono del tutto personali, ognuno utilizza lo smartphone secondo le proprie esigenze, quindi quello che propongo deriva solo dalle soluzioni provate per l’uso che faccio del mio cellulare. Inoltre, ritengo sia giusto avere attenzione sull’aspetto della sicurezza, ma non vorrei demonizzare su tutti i servizi anche utili che Google fornisce. Invece vorrei porre in evidenza la questione del risparmio delle risorse (e quindi della batteria) che può derivare da una ottimizzazione delle applicazioni BlackBerry supportate nativamente dal dispositivo (o in versione beta scaricabili dal sito ApkMirror).

Proprio questo è il punto, visto che queste applicazioni sono appositamente studiate per i nostri dispositivi BlackBerry e derivano dalla lunga esperienza di produttività della casa canadese, il consiglio principale è quello di utilizzarle al meglio, disattivando le omologhe applicazioni di Google che fanno parte del sistema operativo Android.

Immaginiamo di partire da zero.

0. Quando accendiamo per la prima volta un nuovo dispositivo BlackBerry, ci viene chiesto un indirizzo di posta elettronica Google. A questo saranno associati tutti i servizi del Google Play, naturalmente l’app Gmail, Contatti, Calendario ecc. Poi quando cominceremo ad utilizzare l’HUB BlackBerry, assoceremo lo stesso indirizzo di posta elettronica agli stessi servizi collegati all’HUB, ottenendo in questo modo doppie notifiche e doppie sincronizzazioni. Quindi la prima cosa da fare, è quella di eliminare tutte le sincronizzazioni dall’account Gmail. Come fare lo si può vedere in questo breve filmato riportato di seguito.

1. Ora, è giunto il momento di disattivare le app di Google che non si utilizzano, io segnalo le seguenti per ordine alfabetico:

CHROME è un ottimo browser, ma dà sempre l’impressione di fare cose “non autorizzate”. Ad esempio i contenuti audio e video in streaming riprodotti su Chrome generano tutti una notifica all’interno dell’apposito menu a tendina. Questo elemento forse serve all’utente per avere i controlli di riproduzione comodamente a portata di tocco in ogni momento, ma la sua comparsa resta memorizzata in un registro custodito dal sistema operativo. Oltretutto queste informazioni, registrate sul dispositivo o trasmesse chissà dove come statistiche di utilizzo, sono comunque attività che richiedono risorse al sistema. Insomma, è possibile sostituire questo Browser con Opera o con un altro già utilizzato su PC, senza penalizzare le attività dal dispositivo.

DRIVE è un ottimo servizio per memorizzare dati in cloud, ma è del tutto inutile avere un’app in più che si sincronizza al cloud, quando ormai qualsiasi app di gestione file, prevede la possibilità di gestire anche memorie che si collegano a Google drive. Quindi si può disattivare tranquillamente.

DUO è un ottimo servizio per videochiamare, ma già abbiamo anche troppe app che lo fanno egregiamente, non ultimo BBM, quindi si può disattivare tranquillamente.

Foto è un ottimo servizio di visualizzazione file multimediali, ma se non lo si configura bene, diventa una delle app che consumano più risorse e “giga”, in quanto di default effettua costantemente il backup sul drive di Google di qualsiasi foto o video, fatto con il dispositivo. Insomma meglio utilizzare l’app “Galleria” di BlackBerry, ancora in beta su apkmirror, o qualche altra app tipo “focus”.

GMAIL è un ottimo servizio di posta elettronica, ma utilizzando l’HUB BlackBerry, non ha alcun senso mantenerla attiva per fargli fare inutili e dispendiose sincronizzazioni. Insomma se devo ricercare una email di cinque anni fa, utilizzo direttamente il browser, per tutto il resto associato all’indirizzo di posta elettronica di Google (contatti calendario), posso avvalermi in modo egregio dell’HUB BlackBerry.

GOOGLE è un ottimo servizio di notifiche, ma è una di quelle app che personalmente elimino senza provare il minimo rimorso. L’app si presenta così: “[…] ti tiene aggiornato sui tuoi interessi, puoi trovare risposte rapide, esplorare le tue passioni e ricevere feed di aggiornamenti su ciò che ti interessa”. È un servizio di cui non sento l’esigenza, né mi sembra il caso di cercare altre app che la possano sostituire.

GOOGLE PLAY FILM e GOOGLE PLAY MUSICA sono ottimi servizi multimediali, ma come è noto l’esecuzione per lo più in streaming, di queste app, drenano tantissimo la batteria dei dispositivi.

GOOGLE PLAY SERVICE. L’unica cosa certa è che disattivandola, alcune app potrebbero smettere di funzionare. Infatti non funzioneranno più le app di Google, molti giochi, alcuni social (tra cui BBM) e altre app potrebbero visualizzare un messaggio di errore. A cosa serva di preciso non lo so, la sua descrizione nello Store è abbastanza “fumosa”, dice: “Questo componente offre funzionalità di base come l’autenticazione con i tuoi servizi Google, i contatti sincronizzati, l’accesso a tutte le impostazioni di privacy più recenti degli utenti e servizi di localizzazione di qualità superiore che riducono il consumo della batteria” (??? Peggio che guidare di notte a fari spenti). Io l’ho disattivata per qualche giorno, ma poi ho preferito ripristinarla e tenerla sotto controllo come specificherò di seguito.

GOOGLE PLAY STORE. Anche questa App potrebbe essere disattivata, utilizzando altri Store, ma ritengo sia più utile poterla avere sempre a portata di mano.

MAPS è un ottimo servizio di geolocalizzazione, ma ormai è del tutto evidente che quotidianamente, di default, registra i nostri spostamenti e li salva sull’account Google. Basta andare alla pagina cronologia delle posizioni di Google del nostro account, per constatare come Google quotidianamente abbia salvato e registrato tutti gli spostamenti, anche nei giorni in cui non si è usato il navigatore GPS di Google. Naturalmente questo si può impedire all’interno dell’account di Google, ma oltre al discorso privacy, a me preoccupano le attività correlate alla trasmissione della mia geolocalizzazione ad ogni passo compiuto, tramite il servizio dati. In questo caso i consigli sono due, negare il monitoraggio dall’account Google e disattivare l’app Maps, a favore di altre app per la navigazione o di un semplice link dell’indirizzo internet di maps salvato in home. Avremo comunque la possibilità di consultare facilmente maps di Google da browser, senza avere però l’app sempre attiva (anche l’icona salvata in home è identica a quella dell’app).

NOTIZIE E METEO di Google è un ottimo servizio di news, ma come è facile immaginare, queste attività di notifiche di notizie e meteo locali, implicano frequenti sincronizzazioni e trasmissione dati, spesso non richieste, che contribuiscono a drenare la batteria.

YOUTUBE è un ottimo servizio di video, ma perché utilizzarlo con un’apposita app? Ritengo sia consigliabile utilizzarla da browser.

2. Dopo aver ottimizzato le sincronizzazioni degli “Account” e aver fatto un poco di pulizia tra le app “drenanti” di Google, e arrivato il momento di mettere sotto controllo tutte le app.
Da IMPOSTAZIONI, selezionare APP, e da qui cliccando sulla rotellina in alto a destra, si entra in CONFIGURA APP, ora è possibile selezionare ACCESSO SPECIALE (ultima opzione nel Motion).
Da qui, vi segnalo le seguenti impostazioni, cominciando dall’ultima selezionabile che è sicuramente la più interessante:

APPLICAZIONI IN BACKGROUND, come dice l’opzione, permette di selezionare le app a cui consentire l’esecuzione anche con lo schermo spento o mentre non la stiamo utilizzando. Io vi invito a “spegnerle” tutte o il più possibile. Potrebbe accadere ad esempio che disattivando BBM si possano ricevere messaggi in ritardo, tocca a voi scegliere il compromesso migliore (sempre modificabile), io sul mio lascio acceso solo BBM e non rilevo particolari scompensi rispetto ai benefici non indifferenti di durata della batteria.

ACCESSO A DATI DI UTILIZZO, anche qui è consigliabile tenere attivi solo i servizi indispensabili, quindi si possono disattivare tranquillamente quelli di Google Play Service e Google Play Store.

ACCESSO A DATI SENZA LIMITAZIONI, stesso discorso di sopra si possono disattivare tutti così come ho sempre fatto, non notando alcuna limitazione nell’uso quotidiano del dispositivo.

Sulle altre impostazioni non ho particolari rilievi da evidenziare, tranne..

OTTIMIZZAZIONE BATTERIA, vi consiglio di scegliere l’opzione “uso della batteria ottimizzata” per tutte le app che la supportano.

Ultimo controllo, tornando indietro, su CONFIGURA APP, verificare che su AUTORIZZAZIONE APP, il Google Play Service e il Google Play Store non abbiano alcuna autorizzazione.

3. Ora vediamo come cercare di limitare certe ingerenze da IMPOSTAZIONI personali del dispositivo.

DIAGNOSTICA. Qualsiasi invio di dati di utilizzo, implica una attività supplementare che prevede un consumo di risorse e dati, pertanto nel mio Motion è sempre disattivato, così come il BACKUP dei miei dati.

GOOGLE, da questa sezione si accede a tutta una serie di impostazioni che riguardano appunto i servizi correlati a Google, tra questi segnalo quelli più “interessanti”.

ANNUNCI, qui Google ci mostra l’ID pubblicità collegato al dispositivo, naturalmente non ci consente di poter rinunciare alla visualizzazione delle pubblicità marchiate “Google”, ma quantomeno ci consente di negare la creazione di un profilo personalizzato dell’ID pubblicità, basato sui nostri clic, sui nostri acquisti ecc. A me sembra una cosa inquietante e naturalmente l’ho disattivata (per quel che può servire).

APP COLLEGATE. Se una volta ci siamo collegati a qualche servizio utilizzando il nostro account di Google, lo ritroveremo in questa lista. Consigliabile lasciare solo quelli che effettivamente utilizziamo.

CONTROLLO CONTENUTI MULTIMEDIALI TRASMESSI. Non mi dilungo, consiglio di disattivare.

Scrivete commenti per i vostri consigli da condividere o per far sapere se adottando alcune di queste avvertenze, avete notato un miglioramento della durata della batteria.