Ecco perché il KEY2 è il miglior telefono per la privacy e la sicurezza

Si lo so cosa pensate.. “ecco un altro articolo sulle supercazzole della sicurezza BlackBerry.. ma io non ho nulla da nascondere.. preferirei avere un top smartphone dotato del super performante Snapdragon 845 per swappare ad oltre 2.8 GHz, piuttosto che un Loker (armadietto) dove custodire i miei dati sensibili”.

Del resto i miei colleghi ed amici, sono i primi a prendermi in giro quando mi vedono sostituire certi “servizi” Google ormai ritenuti irrinunciabili in Android, oppure quando perdo tempo per cercare di limitare tutte le informazioni personali che la stessa Google raccoglie confidando sul fatto che a nessuno (tranne loro!) importa di queste stupidaggini della sicurezza.

Questo è il pensiero comune finché poi non accade qualcosa che può avere gravi riflessi personali, come foto compromettenti carpite dal dispositivo con la minaccia di essere divulgate a persone care se non si paga un riscatto, oppure anche solo per il reiterarsi della visualizzazione di fastidiose pagine, solitamente porno, che si aprono da sole sul browser.

Gli esempi sopra citati non sono stati messi a caso, derivano da recentissime esperienze sulle quali sono stato consultato, ma il mondo digitale che ci circonda ormai è pieno di casi simili. Abbiamo tutti bisogno di prendere più sul serio la privacy e la sicurezza, che si tratti di app infette da malware o di soprusi dei nostri dati da parte di aziende come Facebook.

Certo la soluzione del problema non può risiedere in un dispositivo BlackBerry, ma sicuramente il KEY2 è semplicemente progettato per proteggerci meglio. Da sempre i dispositivi BlackBerry sono in cima alla lista dei migliori telefoni per la privacy e la sicurezza, così era con il suo sistema operativo (BB10) e così è con il nuovo smartphone BlackBerry.

Ecco gli 8 motivi per cui BlackBerry KEY2 è il miglior telefono per la privacy e la sicurezza.

1  Locker (armadietto)
A volte abbiamo bisogno di prestare i nostri telefoni ad altri, quindi accade che il telefono sbloccato sia nelle mani di terzi. Per proteggere i nostri dati in queste situazioni, per non parlare di furti, BlackBerry ha incluso il Locker.
Locker è una cartella sicura che richiede l’autenticazione tramite impronta digitale o password per l’accesso. La cartella può contenere sia app che semplici file. Questi non appariranno nel raccoglitore delle app o nei file manager e nemmeno nel backup del cloud.
Locker include anche un browser, Firefox Focus, per visualizzare il web in privato senza preoccuparsi che qualcuno controlli la cronologia di navigazione. Inoltre, Locker è anche integrato nella fotocamera. Quando si scatta una foto, basta un leggero tocco della barra spaziatrice, per salvare automaticamente l’immagine nell’armadietto anziché nella galleria pubblica.
Chi in Europa ha il Key2 si sarà sicuramente accorto che non è presente l’applicazione browser Firefox Focus. Non preoccupatevi, con la prossima patch questa funzione sarà integrata nel Loker e quindi nel sistema operativo, così come riportato nella seguente immagine.

2  Router hardware di fiducia & Avvio Sicuro
La protezione per il BlackBerry KEY2 inizia durante la produzione, quando il processore di ogni dispositivo viene istruito con chiavi crittografiche. Queste chiavi sono uniche per ogni singolo telefono, fuori dalla linea produttiva, e sono fondamentali durante il processo di avvio protetto.
Quando si accende il telefono, anche prima che venga visualizzata la schermata di blocco, ogni componente dell’hardware e del software viene controllato per eventuali manomissioni. Se qualche componente fallisce il test, il KEY2 non si avvia. Ciò rende infinitamente più difficile per gli hacker far ignorare le altre misure di sicurezza BlackBerry.

3  Protezione anti-rollback
Una strategia utilizzata dai malintenzionati e dagli hacker, è quella di far eseguire il downgrade del telefono a una versione precedente di Android, nel tentativo di sfruttare le vulnerabilità non trattate nelle  vecchie versioni di Android. Il KEY2 protegge da ciò, impedendo l’installazione di qualsiasi versione precedente del sistema operativo, in altre parole, “Protezione dal rollback”.

4  Kernel migliorato
Il cuore di ogni versione del sistema operativo Android è il kernel Linux. Il kernel è un componente essenziale di Android, e per questo è un obiettivo elevato per gli hacker. Mentre Android fa un buon lavoro rimediando a eventuali vulnerabilità nel kernel, BlackBerry fa di più.
BlackBerry ha modificato il kernel del KEY2 per rimuovere qualsiasi funzionalità non necessaria. Ha anche riesaminato le mancanze precedenti che hanno afflitto altri dispositivi Android e corretto le patch prima di rilasciare il Key2 dalla fabbrica. Inoltre, mentre la maggior parte dei dispositivi Android riceve patch di sicurezza mensili inviate da Google, KEY2 riceverà patch aggiuntive ogni volta che BlackBerry rileva una vulnerabilità che mette in pericolo l’integrità del kernel.

5  Unrootable
Ad oggi, nessuno smartphone BlackBerry basato su Android è mai stato rootato. L’obiettivo di BlackBerry è questo, in quanto il rooting apre sì la porta per funzionalità aggiuntive, ma compromette irrimediabilmente la sicurezza generale del dispositivo.

6  DTEK e BlackBerry Integrity Detection
DTEK è il fulcro centrale del KEY2 per tutto ciò che riguarda la sicurezza. Nella pagina principale dell’app, si trova un semplice indicatore che mostra il livello di sicurezza del dispositivo, insieme a un elenco di tutti i fattori che ne impediscono la massima sicurezza.
DTEK monitora automaticamente il sistema operativo e le app, alla ricerca di eventuali e potenziali minacce, e il suo BlackBerry Integrity Detection (BID) avvisa in tempo reale l’utente delle minacce rilevate.
BID è un sistema di controllo avanzato che monitora le modifiche e i permessi alle componenti principali deldispositivo. Quando ciò si verifica, DTEK lancia un avviso nelle notifiche e fornirà le opzioni da adottare per interrompere qualsiasi possibile intromissione in background. Inoltre, è possibile impostare i sensori, ad esempio un avviso ogni volta che un’applicazione chiede di utilizzare la fotocamera.

7  Crittografia Full-Disk
A differenza di altri telefoni Android con sistema operativo 7.0 Nougat o versioni successive, il KEY2 utilizza la crittografia a disco intero anziché quella basata sui file. Con la crittografia a disco intero, per accedere a qualsiasi file nella memoria del telefono, è necessario conoscere la password del dispositivo. La password viene utilizzata per creare una chiave, che il KEY2 memorizza in BlackBerry Secure Compound, un ambiente di esecuzione attendibile (TEE). Inoltre, la crittografia full-disk è conforme allo standard di sicurezza informatica del governo degli Stati Uniti, FIPS 140-2.

8  Privacy Shade
BlackBerry ha incluso un’app che ci protegge dai vicini ficcanaso. Utilizzando il pulsante di impostazione rapida o il gesto predefinito di scorrimento con tre dita verso il basso, è possibile avviare Privacy Shade per scurire il display ad eccezione di una piccola area. Questo consente di continuare a visualizzare lo schermo in modo sicuro.

Con il KEY2, BlackBerry ha adottato un approccio strategico per proteggere la privacy e mantenere il telefono sicuro. Queste ottimizzazioni e gli strumenti aggiunti migliorano il sistema operativo Android e consentono al KEY2 di distinguersi dagli altri.

Fonte: android.gadgethacks.com

Recommended Posts
Showing 31 comments
  • saccarina
    Rispondi

    grazie per l’articolo. finalmente qualcuno ci dice quello che BB e B! Mobile non dicono. aggiungerei che il k2 con questo aspetto ispirato al passport è il telefono più bello sul mercato.

  • tom
    Rispondi

    nel k1 come si sposta un’applicacazione nel locker?

  • Raffaele
    Rispondi

    E sempre grande blackberry

  • Francesco
    Rispondi

    Finalmente e’ arrivato!! Da questa mattina sul sito TIM il Key 2 a 10€/mese x 30 mesi (anticipo 49 €). Beh che dire…. da ordinare seduta stante

    • custer
      custer
      Rispondi

      ottima notizia.. se trovo il link lo metto in rilievo, grazie

  • Andrea S
    Rispondi

    Articolo bello e interessante. Purtroppo la sicurezza pare sia secondaria a molte persone. Il KEY2, si presenta bene ed è anche bello.

  • Francesca
    Rispondi

    A me piace molto anche il punto otto, che figata!!! Per curiosità è pratica da utilizzare quell’app? Esiste anche su altri telefoni android?

    • custer
      custer
      Rispondi

      E si.. I vicini ficcanaso sono un bel problema 😀 😀

      • Francesca
        Rispondi

        Bellissimo! Ma quindi è una cosa solo del k2?

        • custer
          custer
          Rispondi

          E’ nativo in tutti i blackberry dal PRIV all’EVOLVE

  •  Silvana 
    Rispondi

    Gran lavoro chiarificatore Custer. Bravo.
    Porrei l’attenzione soprattutto sul punto 7, relativamente alla chiave crittografia di BlackBerry che si distingue da tutte le altre.

    • custer
      custer
      Rispondi

      A me colpisce il secondo punto.. È come un marchio messo a fuoco su ogni nuovo telefono blackberry.. Dal PRIV all’EVOLVE

      • Francesca
        Rispondi

        Ma questo marchio di fabbrica ha una sua utilità concreta?

        • custer
          custer
          Rispondi

          Hai sentito parlare di Triada?.. Android.Triada.231 – non viene distribuita dai cybercriminali come applicazione separata ma viene iniettata direttamente nella libreria di sistema libandroid_runtime.so”. Conseguenza, “il malware viene incorporato nel firmware durante la fase di produzione e i dispositivi vengono consegnati già infetti agli acquirenti”.
          I MODELLI – I ricercatori hanno rilevato la presenza di Triada nel firmware dei seguenti dispositivi: Leagoo M5, Leagoo M5 Plus, Leagoo M5 Edge, Leagoo M8, Leagoo M8 Pro, Leagoo Z5C, Leagoo T1 Plus, Leagoo Z3C, Leagoo Z1C, Leagoo M9, ARK Benefit M8, Zopo Speed 7 Plus, UHANS A101, Doogee X5 Max, Doogee X5 Max Pro, Doogee Shoot 1, Doogee Shoot 2, Tecno W2, Homtom HT16, Umi London, Kiano Elegance 5.1, iLife Fivo Lite, Mito A39, Vertex Impress InTouch 4G, Vertex Impress Genius, myPhone Hammer Energy, Advan S5E NXT, Advan S4Z, Advan i5E, STF AERIAL PLUS, STF JOY PRO, Tesla SP6.2, Cubot Rainbow, EXTREME 7, Haier T51, Cherry Mobile Flare S5, Cherry Mobile Flare J2S, Cherry Mobile Flare P1, NOA H6, Pelitt T1 PLUS, Prestigio Grace M5 LTE, BQ 5510.. E la Lista accertata non e’ esaustiva..

          scoperto a marzo 2016, è uno dei più pericolosi malware per dispositivi mobili Android mai rilevati in-the-wild (ovvero, virus rilevato al di fuori di una simulazione controllata in laboratorio). “Una volta lanciato sul dispositivo della vittima, Triada ottiene i privilegi di root e installa una backdoor”. Dopo aver preso il controllo, “sfrutta il processo Zygote del sistema operativo Android per eseguire il proprio codice nel contesto di tutte le applicazioni in esecuzione, svolgendo svariate attività malevole all’insaputa dell’utente. Questo trojan è in grado tra le altre cose di scaricare, installare e lanciare altre applicazioni”.. Insomma BlackBerry per quello che ne so e’ l’unica che impone e realizza questa sicurezza a livello di firmware.

          • Francesca
            Rispondi

            Santa Maruzzella, non vedo però i nomi più altisonanti. Cmq ora ho capito qualcosa di più. Grazie

      •  Silvana 
        Rispondi

        Sinceramente a me colpiscono i seguenti punti:
        1,2,3,4,5,6,7,8 e rien de plus!

  • Mauro
    Rispondi

    BlackBerry non lascia nulla al caso, sicurezza e privacy sono inarrivabili da qualsiasi altro dispositivo.
    Ottimo articolo che sintetizza le peculiarità dei Berrydroid.

    •  Silvana 
      Rispondi

      Condivido in toto Mauro.

    • Davide
      Rispondi

      Con BB10, è come dici. Con Android e il suo kernel Linux, BlackBerry può metterci del suo quanto vuole, restano sempre attaccabili. QNX forever

  • Davide
    Rispondi

    Fino a quando alla voce kernel ti apparirà QNX, puoi stare sicuro e in una botte di ferro. BB10 è più sicuro di ogni Android esistente e relativo kernel Linux.

  •  Stefano 
    Rispondi

    Spiegazione sempre impeccabile, chiara e comprensibile. Mi sono sempre fidato di BlackBerry e adesso ancora di più. Ma io utilizzo un Leap. È anche lui così sicuro?

    • Frank65
      Rispondi

      Ah certamente ….OS10 che trovi a bordo del Leap e’ in ogni caso più sicuro di ogni Android, per ora.

    • custer
      custer
      Rispondi

      Il bb10, e quindi il leap, secondo me e’ doppiamente sicuro, sia perché come sistema operativo è progettato per essere sicuro, sia perché ora come ora è difficile che un hacker si metta a programmare un malware per un sistema diverso da quelli più diffusi, ovvero Android, Windows o apple

      •  Stefano 
        Rispondi

        Ottimo. Grazie per le risposte rapide. Contento del mio Leap

      • Lorenp26
        Rispondi

        Io direi solo android e ios… Windows lo ritengo ‘interessante’ per un hacker tanto quanto os10

        • custer
          custer
          Rispondi

          A livello informatico, io intendevo i PC Windows, che naturalmente è l’ambiente principale in cui agiscono gli hackers

          • Lorenp26
            Rispondi

            Ah ok, in tal caso sono pienamente d’accordo.

      • Frank65
        Rispondi

        Ottima osservazione!!!

    •  Silvana 
      Rispondi

      E’ un articolo magnifico. Lo terrò ad unicum e lo porterò con me nel portadocumenti in borsa.
      Il migliore articolo che abbia mai letto, ogni rigo racchiude un concetto significativo sulle caratteristiche dell’ innovazione di BlackBerry che modifica e migliora anche il kernel Linux.!!
      Oggi sono ancora più convinta di ciò che ho sempre pensato………arriveremo al PUNTO 9 dell’elenco di Custer DOVE si dirà :
      “Android proprietario BlackBerry ” Ahah!!

Leave a Comment