Riscontri positivi sulla rinascita di BlackBerry anche senza dispositivi

Il CES 2019 si è concluso e dalle dichiarazioni delle aziende è stato importante per TCL e le varie categorie di prodotti fabbricati dalla società, e in particolare per quanto riguarda BlackBerry. Il produttore cinese, che produce dispositivi BlackBerry e gli smartphone firmati Alcatel, ha avuto riscontri positivi Las Vegas. Dichiarazioni anche del CEO BlackBerry che ha accolto con favore la rinascita di BlackBerry anche senza dispositivi, leggiamo insieme le sue parole;

BlackBerry è ora focalizzato sull’essere un leader nella sicurezza informatica e l’ultimo trimestre è stata la migliore performance finanziaria della compagnia in questi ultimi sette anni. Quando ho accettato l’incarico, cinque anni fa, dovevamo oltre 1,4 miliardi di dollari, non avevamo davvero denaro e abbiamo faticato per ottenere un flusso di cassa positivo. Così ora la gente mi chiede: “Come state ragazzi? Dico: beh, stiamo bene e possiamo sederci e scriverea anche un assegno per 1,4 miliardi di dollari “. Oltre a questo, abbiamo ancora un miliardo di dollari in banca “.

Chen ha parlato al CES 2019, dove BlackBerry è tra le migliaia di aziende che partecipano alla più grande fiera annuale nel settore della tecnologia.

Riscontri positivi sulla la rinascita di BlackBerry anche senza dispositivi

Ha detto che BlackBerry prevede di introdurre il suo software, la sicurezza e le tecnologie per la privacy in dispositivi connessi nel 2019, inclusi gli smartphone, ma queste sono news che potremmo avere al prossimo Mobile World Congress (MWC), che si terra a breve.

Riscontri positivi sulla la rinascita di BlackBerry anche senza dispositivi

Potete leggere l’articolo con approfondimenti sulle dichiarazioni del CEO e TCL a questo indirizzo.

 

Recommended Posts
Showing 21 comments
  • Ismaele

    Qualcuno sa dire quanti smartphone BlackBerry android sono stati venduti? Ho l’impressione che ne vendano meno di os10

    • Sergio

      BlackBerry ha registrato nel Q3 2019, un calo di entrate ( le famose roialty) relativamente al discorso smartphone, quindi se già TCL ne vendeva pochi, figuriamoci cosa lascia presagire una dichiarazione simile: credo che si contino sulle dita di una mano.

  • Sergio

    Beh, sicuramente le facce sconcertati alla vista del Passport, le ho notate pure io :).
    Secondo me la tastiera capolavoro è quella del Classic, davvero qualcosa di unico nel suo genere. Prima di passare al Passport, l’ho avuto per un anno. Quella del Passport è sì molto bella, ma secondo me alla lunga è stancante, forse per via dell’estensione e dei tasti non proprio soft. Quella del key two, scusate, ma è bocciata: plasticosa e con tasti per nulla sagomati, un po’ sottotono rispetto agli standard BlackBerry.

    • orlando

      Ciao Sergio condivido esattamente tutto quello che hai scritto in tutti I post. Volevo fare un’altra considerazione sul sistema operativo OS10. Vi rendete conto di come sia produttivo? Un sistema con gestures che rendono l’utilizzo del device fluido e burroso. Un OS10 nato più di cinque anni fa.Tutti ormai stanno copiando BlackBerry OS10. Lo swipe verso l’alto per passare da una app all’altra, lo ha copiato prima Apple, poi Xiaomi con la MIUI e ora Huawei con la EMUI. Anche samsung ha introdotto lo swipe verso l’alto. Vogliamo parlare della gestione del multitasking? Qual’è la migliore? Con OS10 quando fai lo swipe di una app sei già nel multitasking e passi alla successiva. Con tutti gli altri sistemi devi fare un passo in più perchè torni semplicemente alla home.
      Vogliamo parlare dei puntini in basso per passare da una pagina all’altra. Quelli di OS 10 sono distanzianti alla perfezione e sono molto utilizzabili. Provate a fare lo stesso con un dispositivo Android.
      Lo swipe “L rovesciata” per passare dall’ultima pagina direttamente all’hub…..ne vogliamo parlare???
      I miei complimenti più sinceri a tutti gli sviluppatori software di OS10. Viva OS10!

    • orlando

      prova

    • orlando

      Scusate il “prova”, ma avevo risposto a Sergio con un testo lungo e l’applicazione si è chiusa cancellando il tutto.

    • orlando

      Telegrafico. Condivido tutto quello che Sergio ha scritto. OS10 per me un sistema operativo insuperabile. Swipe verso l’alto di OS10 per tornatre alla home ma contemporaneamente per tornare al multitasking copiato prima da Apple, da Xiaomi con la MIUI, poi da Huawei con la EMUI e infine dalla Samsung Experience, ma solo per tornare alla home. Si deve poi fare un ulteriore passaggio per passare al multitasking. Gestione dei puntini (ben distanziati) a fondo pagina di OS10 per passare da una pagina all’altra. provate a fare lo stesso con android. “L rovesciata” per passare velocemente all’hub. Viva OS10 e complimenti vivissimi ai geni sviluppatori che lo hanno realizzato prima di tutti da oltre 5 anni.

      • checco

        Eh si Orlando.
        E’ proprio così.

  • Frank65

    E quindi cosa se ne fa di 2,4 miliardi di dollari in banca?
    A spanne sono 2 miliardi di euro.
    Va avanti a far produrre dispositivi ai cinesi stampigliandoci il marchio della Mora.
    Produrne due (non più di due durei) in proprio, ma giusti per qualità e prezzo no??

    • Sergio

      Potrebbe regalare a noi utilizzatori di OS10, un bello sviluppo del suddetto, visto che aveva assicurato due anni di supporto a fine 2017, ma a tutt’oggi, non si è ancora visto nulla. Mi risulta inoltre che l’infrastruttura BIS, sia ancora attiva, magari un bello sviluppo che ci dia la possibilità di scegliere tra utilizzo standard o servizi BIS.

      • Frank65

        Eh si…sarebbe il massimo. Ti dirò poi che secondo me nel mondo BB10 non è così defunto come può sembrare. Invece in Italia no, è proprio morto….o forse non è mai stato tanto vivo neppure nei momenti di massima splendore.

        • Sergio

          Io lo uso praticamente dall’uscita, dai primi mesi del 2014, e non ho mai visto gente con in mano un BB10, ad eccezione di quelli che contattavo io sui vari siti di scambio e acquisto. In Italia, quando mi vedono con il Passport in mano, restano a bocca aperta e mi chiedono :” ma quando è uscito questo BlackBerry? Ma è mica fallita?”. Ho detto tuttto…

          • Frank65

            Caspita….mi leggi nel pensiero!

            • Ruggero

              anche a me
              ma mi chiedono se esiste ancora
              e soprattutto se funziona

          • silvana

            vorrei leggere la tua risposta.

            • Ruggero

              li mando a cag***e

            • Sergio

              Silvana, il più delle volte vogliono prendere in mano il Passport per visionarlo e restano sconcertati! :”Bellissimo…” è l’esclamazione più gettonata; Poi c’è stato chi lo ha paragonato al suo, mettendolo di fianco e apprezzandone l’originalità -difatti ogni telefono appare vecchio se rapportato al design del Passport – altri ancora che lo hanno definito una televisione. NESSUNO, conosceva l’esistenza di questo telefono, così come la stragrande maggioranza riteneva BlackBerry fallita da anni. Per non parlare del sistema operativo! La cosa però che mi stupisce riguarda la tastiera: non ho mai incontrato nessuno che ne parlasse male, anzi, tantissimi la rimpiangono! Questo, mio malgrado, piccolo ”esperimento sociale”dimostra quanto abbia lavorato male BlackBerry in ambito marketing, perché ciò dimostra che alla gente questi telefoni piacciono, soltanto non ha mai avuto modo di conoscerli!
              Ricordo che ai tempi di ”BlackBerry alla moda”ciò era soprattutto la conseguenza di una campagna mediatica ben fatta. Io usavo quei telefoni, è diciamocelo, erano tutto pur che telefoni particolarmente performanti o affidabili! Davano un sacco di problemi per via della loro scarsa memoria RAM, senza contare i blocchi giornalieri che ti constringevano a staccare la batteria! Per non parlare delle famose rotelline che dopo una settimana di uso si riempivano di sporco e mandavano il cursore dove voleva lei, per non parlare della cronica mancanza di app, in periodi dove i Nokia, Motorola o Sony Ericsson, offrivano già smartphone da fantascienza! I Canadesi, però, avevano messo in mano il proprio telefono a un sacco di divi e dive, e ciò rendeva i suoi modelli irresistibili, tanto che si vedevano in mano anche a giovanissimi. Poi, il buio.
              Parlo da ignorante, ma ritengo che il crollo di BlackBerry, sia anche la causa di operazioni di marketing inesistenti o sciagurate.

              • Frank65

                Analisi perfetta. Quoto 100%. Aggiungerei soltanto che nell’era dell’immagine la pubblicità ed il marketing sono tutto. Nel consumer puoi avere anche il miglior prodotto del settore ma se non segui come si deve il marketing non lo vendi.
                Vale invece il caso contrario: prodotti non sempre eccellenti ma marketing a mille: caso Apple. Sono 10 anni che vende aifon a prezzi improponibili e con una qualità hardware / software non eccelsa, eppure ne ha venduti centinaia di milioni di pezzi. Che vuol dire?

                • Sergio

                  Ricordo come Apple, ai tempi dell’iphone 4, telefono rivoluzionario nel design, che tutti copiarono, anche nel disegno della scatola, impose il proprio display,denominandolo ”retina display” e costruendoci sopra una vera e propria campagna pubblicitaria destinata a decantare le qualità di questo mirabolante pannello, che alla fine altro non era che un semplice IPS. Eppure, fece barba e bassi ai veri display rivoluzionari che nello stesso periodo Samsung proponeva sui suoi Galaxy s2, ovvero gli Amoled. Io ricordo che comprai iphone4 proprio per via di questo display proveniente da Marte :). Questo per dire quanto sia basilare investire nel marketing.

              • Ruggero

                confermo quello che dici, tranne che le persone che mi vedevano col Passport dicevano è una piastrella, come faccio a tenerlo in mano…….. di tutto tranne era bello
                sono di solito erano quelli che hanno l’iphone
                la tastiera del Passport è la migliore che abbia mai provato tra Pearl, curve o bold
                adesso ho un key2 ma rimpiango OS10

              • silvana

                Ciao Sergio. non avevo letto questo. bellissimo commento che denota l’amore puro che nutri ancora oggi in Blackberry, malgrado le politiche di marketing sbagliate. Tutta la mia solidarietà, quella vera.
                In una società che corre verso la grande ondata delle applicazioni, sempre più connessa agli svaghi credo che il Brand canadese non aveva altra strada da inseguire, quella di Android ove ha applicato tutta la propria esperienza per creare dispositivi produttivi ma al tempo stesso multicrossing, utilizzabili su altre piattaforme e altri marchi, ma nella sicurezza storica di BlackBerry.
                Ripartire per il brand canadese non è stato semplice, non aveva più capitali.
                Ora grazie al cielo possiamo acquistare ancora dispositivi BlackBerry, che seppure non hanno un hardware a prova d’urto, ci offrono la possibilità di lavorare alla grande. un saluto carissimo