Voglio iniziare quest’articolo con un comunicato stampa, reso noto da GSMA appena due giorni fa, ed è lo specchio di ciò che è e sarà quest’anno per tutte quelle aziende che si occupano di dispositivi mobili e non solo.

12 febbraio 2020,

Barcellona: sin dalla prima edizione del Mobile World Congress di Barcellona nel 2006, la GSMA ha convocato l’industria, i governi, i ministri, i responsabili delle politiche, gli operatori e i leader del settore in tutto l’ecosistema più ampio.

Tenendo in debita considerazione l’ambiente sicuro e salubre di Barcellona e del paese ospitante oggi, il GSMA ha annullato MWC Barcelona 2020 perché la preoccupazione globale per l’epidemia di coronavirus, preoccupazione per i viaggi e altre circostanze, rende impossibile per GSMA organizzare l’evento.

Le parti della città ospitante rispettano e comprendono questa decisione.

La GSMA e le parti della città ospitante continueranno a lavorare all’unisono e si sostengono a vicenda per MWC Barcelona 2021 e le future edizioni.

I nostri pensieri in questo momento sono per le persone colpite in Cina e in tutto il mondo.

Ulteriori aggiornamenti da GSMA sono disponibili sul nostro sito Web e sono disponibili sul sito www.mwcbarcelona.com .

Noi vogliamo di piùUna decisione giusta, visto ciò che sta accadendo nei paesei asiatici, e parliamo del cosidetto Coronavirus, per quanto ci riguarda l’anno che è appena passato ha regalato solo sogni, più che innovazione, dispositivi pieghevoli visti solo durante i principali eventi, ma di fatto ancora attendono di essere prodotti, e non sapremo, se non attraverso altre fonti, quali novità erano pronte al lancio grazie al MWC di Barcellona che ha chiuso le porte prima di aprirle.

Noi, che siamo legati al nostro Brand, non ci aspettavamo nulla dal fronte dispositivi, era iniziato già male l’anno con l’annucio del divorzio tra BlackBerry e TCL, che troverete a questo indirizzomolti superstiziosi non vedono di buon auspicio l’anno bisestile, altri invece si, ma di fatto non è un buon momento per chi si occupa di questo settore, non dimenticando il lancio del 5G, e tutti i cambiamenti che questo porterà con sè, ma anche questo deve concretizzarsi ancora.

In questi giorni si è parlato invece molto di BlackBerry, la mattina quando leggevo le notizie, contrariamente a qualche giorno prima, leggevo solo di BlackBerry, ma ovviamente i titoloni disfattisti facevano a gara a chi lo fosse di più, tutti hanno scritto tanto ma BlackBerry ha solo divorziato da TCL, punto, non è fallita.

Da qualche giorno invece, anche da parte di chi dice di amare il brand, è iniziata la lotteria su chi sarà il prossimo produttore di dispositivi BlackBerry, gli scettici più accaniti dichiarano che il brand abbandonerà, se non lo ha già fatto, il mercato consumer, ma, sine certa esse(latino).

Noi vogliamo di piùIo sposo invece l’ipotesi che, BlackBerry continuerà a considerare il mercato consumer quella parte del progetto che completa il futuro di un’azienda, votata alla sicurezza, fonti non ufficiali mi riferiscono che due dispositivi erano stati programmati per il lancio, altre fonti sono sicure che sarà BlackBerry stessa a produrli, insomma notizie da prendere con le pinze, anche se l’esperienza di questi anni mi ha insegnato che ogni rumors nasconde una verità.

In conclusione, abbiamo chiesto di sapere cosa stava accadendo tra BlackBerry e TCL, adesso conosciamo la verità, il passo successivo è sapere se i nostri saranno sogni infranti o sogni realizzabili, l’unica che può darci risposte è BlackBerry e noi chiediamo chiarezza, quest’anno sarà un anno di transizione un pò per tutte le aziende, ma…

Noi vogliamo di più