BlackBerry Limited (NYSE: BB; TSX: BB) ha annunciato L’11 febbraio il rilascio di QNX® Hypervisor 2.2 , l’ultima edizione del prodotto hypervisor incorporato in tempo reale dell’azienda.

Il nuovo hypervisor consente il consolidamento e il risparmio sui costi per i sistemi embedded più mission-critical al mondo

Con QNX Hypervisor 2.2, i produttori e altri fornitori di sistemi embedded possono usufruire della massima flessibilità di progettazione e scalabilità per consolidare più sistemi con criticità mista e diversi ambienti operativi su un’unica piattaforma hardware, riducendo sia lo sviluppo iniziale che i costi di proprietà a un’ampia varietà di sistemi integrati: dai controller ferroviari e robotici ai cockpit digitali dei veicoli e alle ECU di gestione della batteria.

Basato sul sistema operativo in tempo reale (RTOS) QNX® Neutrino® 7.1 , QNX Hypervisor 2.2 supporta i più recenti miglioramenti del silicio per il controllo degli interrupt, le estensioni vettoriali scalabili (SVE), la crittografia e la sicurezza avanzata e offre funzionalità come l’avvio rapido di servizi di sistema prima del lancio guest e condivisione basata su priorità di risorse hardware e dispositivi. QNX Hypervisor 2.2 si aggiunge anche all’ampio supporto per dispositivi condivisi VIRTIO offerto dalle precedenti versioni di QNX Hypervisor, inclusa l’aggiunta di sorgenti di entropia.

QNX Hypervisor 2.2 fornisce ai team di sviluppo un dominio hypervisor robusto e affidabile su cui possono eseguire distribuzioni Android e Linux. QNX Hypervisor 2.2 può essere ridimensionato in modo che gli architetti di sistema possano scegliere di eseguire il software in una macchina virtuale o insieme alla macchina virtuale nel dominio host. 

Questa flessibilità consente agli sviluppatori di aggiungere Android e Linux a un SoC senza compromettere funzionalità e prestazioni, riducendo allo stesso tempo la complessità del sistema. Le applicazioni mission-critical possono condividere i servizi del dominio host (backend) con Android in base alla pianificazione delle priorità e quindi controllare con precisione il comportamento del guest.

Come con tutte le versioni dei prodotti BlackBerry QNX Hypervisor, gli architetti di sistema hanno anche il pieno controllo sulla separazione e l’isolamento di ospiti e dispositivi, nonché una visione approfondita delle operazioni dell’hypervisor attraverso Suite di strumenti QNX® Momentics .

“BlackBerry QNX ha decenni di esperienza nella fornitura di sistemi embedded mission-critical in un’ampia gamma di settori. Con il rilascio di QNX Hypervisor 2.2, gli architetti e gli sviluppatori di software embedded possono continuare a fare affidamento sul nostro software hypervisor di base sicuro e affidabile per consentire il consolidamento del loro sistema sapendo che continuiamo a lavorare in blocco con i progressi del silicon e degli standard dei dispositivi condivisi come VIRTIO “, ha affermato Grant Courville, Vice President, Products and Strategy di BlackBerry QNX.

BlackBerry QNX dispone di un ampio portafoglio di software di sistema integrato progettato per implementazioni mission-critical, tra cui QNX Hypervisor , QNX Neutrino Real-time Operating System , oltre a middleware e strumenti di sviluppo. Sono disponibili anche varianti certificate per la sicurezza dell’hypervisor – QNX® Hypervisor for Safety e del sistema operativo.

QNX® OS for Safety . Il pedigree di BlackBerry in materia di sicurezza, protezione e innovazione continua ha portato la sua tecnologia QNX a essere utilizzata in centinaia di milioni di sistemi critici per dispositivi medici, controlli industriali, automobili, autotrasporti commerciali, ferroviari e sistemi robotici in tutto il mondo.