Il 19 agosto 2020 OnwardMobility annuncia un accordo tra BlackBerry e la FIH Mobile del Gruppo Foxconn per lo sviluppo e la commercializzazione di un nuovo Smartphone Blackberry 5G.

La nostra Community ha esultato perché, sebbene i Key2 prodotti da TCL si siano rivelati dei device affidabili (nonostante qualche problema alla tastiera) cominciano, inesorabilmente, dopo circa 3 anni di utilizzo anche intensivo, ad arrancare. I key2 in Europa non sono infatti più aggiornati da lungo tempo con le patch mensili di sicurezza. Quest’ultimo diventa il problema più rilevante, anche perché, per un utente BlackBerry, la sicurezza dei propri “dati” riveste un’importanza fondamentale e fa parte del DNA del dispositivo BlackBerry, sin dai tempi della RIM.

Per gli utenti, in caso di problemi, anche banali, legati all’hardware, tutto diventa complesso per la mancanza di punti assistenza e dotazione di ricambi, si aggiunge l’effettiva indisponibilità di terminali prodotti dalla TCL, ormai fuori produzione da parecchio tempo, divenuti “introvabili” con prezzi elevatissimi, da “collezionisti”.

Ecco che, mentre si cominciava a temere il peggio, la discesa di OnwardMobility ha portato una inaspettata ventata di freschezza e di novità, vista con assoluto favore dagli utenti. Si ricomincia a immaginare un nuovo dispositivo 5G, pensando in grande.

Ma soprattutto, quasi tutti abbiamo fatto letteralmente un balzo sulla sedia quando nel settembre 2020, ci è giunto il messaggio con il quale il Team di OnwardMobility ha richiesto l’aiuto dei Gruppi BlackBerry, dei Moderatori e degli utenti per un supporto nella fase di sviluppo.

Sembrava la “svolta” il massimo per un utente BlackBerry che, spesso, negli ultimi anni, ha dovuto convivere con silenzi, risposte generiche e vaghe, con un futuro poco chiaro. Ci siamo sentiti coinvolti in  un progetto “nuovo” ed ambizioso, realizzato, per come ci è stato detto, da vecchi utilizzatori ed amanti del Brand, le aspettative a questo punto sono divenute altissime!

Ci siamo messi subito in moto, perché il BlackBerry per noi non è un semplice smartphone, ma è uno stile di vita, diverso dalla massa da anni orientata a grandi “lastre” con potenza di calcolo, con ottime fotografiche.

Time passes for OnwardMobility too

Per tutti noi, che abbiamo dovuto accettare (e non è stato certamente indolore) l’abbandono del miglior sistema operativo in commercio (oggi riconosciuto da più parti) e di un progetto (il Playbook) probabilmente troppo acerbo (poi rivelatosi vincente sul fronte Automotive con il sistema Qnx, ndr) era giunto il momento di costruire qualcosa di fare la nostra parte, senza risparmiarci, e la comunità di BlackBerry Clic, che non ha mai mollato in questi anni, ha accettato di farsi portavoce della richiesta di OnwardMobility.

Dopodiché, purtroppo, è calato il silenzio!

Da mesi la base degli utenti si interroga su cosa sia accaduto, la ripresa della pandemia certamente ha avuto i suoi effetti negativi su vari settori, specialmente nel campo tecnologico.

Andiamo dritti al “centro” del problema. Da più parti, gli utenti avvertono la mancanza di comunicazione e di aggiornamenti sul progetto che, lo ricordiamo, avrebbe dovuto condurre alla commercializzazione di un nuovo smartphone BlackBerry a giugno 2021!

Se da un lato siamo assolutamente e sinceramente grati ad Onwardmobility per l’iniziativa avviata, oggi, a distanza di nove mesi dalla “calling” inviata a tutti i gruppi, comincia a trapelare in vari utenti un sentimento di sfiducia generale, situazione che è apparsa evidente anche in rete su vari forum.

Noi siamo però ottimisti perchè oggi trapelano alcuni aspetti positivi, tra questi ricordiamo il buon momento che l’azienda BlackBerry sta vivendo a livello software, oltre che come accadeva da qualche anno nel campo dell’automotive. Questo aspetto è molto importante ed a nostro parere non va tralasciato. Infatti, il software rappresenta uno degli aspetti principali di uno smartphone BlackBerry, esso infatti è votato alla privacy, alla protezione dei dati ed alla sicurezza. Confidiamo pertanto che BlackBerry possa supportare lo sviluppo di un nuovo prodotto dal lato software che si vada ad inserire in un macrosistema software, votato alla protezione dei nostri dati, a livello desktop/mobile, perché ormai è noto che gran parte del traffico e delle attività sono eseguite mediante lo smartphone.

A tal proposito, si spera che tutte le soluzioni software sviluppate da BlackBerry presto possano essere adottate anche dalle piccole aziende, ed anche dai privati, con prezzi accessibili. La situazione che sta quindi vivendo l’azienda può servire da traino per lo sviluppo di nuovi software nel campo software, o almeno è questa la speranza.

Un’altra notizia positiva è costituita da Rolo Secure Chat sviluppata da un Team giovane di Taipei che oggi sta terminando la fase “beta” e si affaccerà al mondo della messaggistica con una particolarità, l’essere sviluppata in collaborazione con BlackBerry, senza prevedere alcun tracciamento, condivisione, vendita dei nostri dati, che rappresentano il vero business delle app di messagistica più usate. Noi di BBClic abbiamo avuto il privilegio di testarla da qualche mese e siamo testimoni di un notevole impegno da parte del team di sviluppo nelle varie release messe a disposizione.

Riteniamo corretto, per dovere di cronaca, fare un cenno sul nuovo smartphone messo in campo dalla società “Unihertz” che è apparso sin da subito somigliante ai vecchi BlackBerry ed in particolare al Q10, per la tastiera, la tipologia dello schermo, che nel giro di pochi minuti (su piattaforma Kickstarter) ha raccolto tutte le adesioni per il suo sviluppo con un prezzo molto competitivo. Siamo onesti, questo device non è un può essere considerato al pari di BlackBerry, se non altro (tralasciando le soluzioni hardware) perché non monta il software ottimizzato da BlackBerry, ma volendo utilizzare uno slogan visto circolare in rete potrebbe essere “probabilmente l’oggetto più vicino ad un BlackBerry che vedremo nel 2021”.

La linea editoriale di questo sito è certamente quella di essere vicina al brand “BlackBerry” non ci occupiamo di altri device, ma il Titan Pocket ha dimostrato (sempre che ve ne fosse bisogno) che gli utenti BlackBerry ci sono anche oggi e chiedono un device aggiornato, nulla di impossibile, con una adeguata componentistica, soprattutto aggiornato ed ottimizzato per l’uso lavorativo che gran parte di noi ne fa e che ha reso celebre il marchio.

Chiediamo a livello un dispositivo che sappia proteggere i nostri dati e le nostre comunicazioni, che fornisca Patch di sicurezza aggiornate, nulla di più, nulla di meno.

Ci teniamo a osservare che la nostra Community è unita e siamo del parere che eventuali rallentamenti, nello sviluppo di un progetto ambizioso e di assoluto valore, come quello avviato da Onwarmobility, siano più che comprensibili. Sappiamo tutti,  che stiamo vivendo una fase molto complicata, senza precedenti, per gli effetti della pandemia, è inutile negarlo, ma la chiarezza è sempre un valore aggiunto, soprattutto nei rapporti tra amanti del brand, quale OnwardMobility ha detto di essere.

Chiediamo quindi a gran voce, alzando le mani come chiesto a settembre 2020, che il Team Onwardmobility prenda posizione in questo senso.

Voglio ringraziare l’autore di questo articolo, @gaetano_panzera, uno dei nostri admin, per l’impegno e il tempo libero che mette a disposizione della community, Gaetano come tanti altri credono molto in BBClic e io li ringrazio tutti.