Non ho mai scritto di altro se non di BlackBerry, il sito è e rimane dedicato al brand, ma c’è un’azienda che produce dispositivi molto simili a BlackBerry, con una tastiera fisica, questa società è Unihertz che nel 2019 ha rilasciato il Titan, molti utenti BlackBerry, in attesa che un nuovo dispositivo fosse lanciato, hanno acquistato questo smartphone con fattore e forma simile al BlackBerry Passport, un display da 4,5 pollici e una tastiera che è una combinazione di pulsanti fisici e contestuali sul touchscreen.

La notizia è che ora Unihertz ha annunciato un nuovo dispositivo. 

Il Titan funzionava su Android ed era dotato di tutto ciò che i fan di BlackBerry potevano desiderare, incluso l’accesso al Google Play Store, resistenza all’acqua e alla polvere IP67 e una potente batteria da 6000 mAh. Qualcuno lo hatrovato troppo ingombrante e pesante. L’anno scorso, Unihertz ha introdotto una versione più leggera del Titan, che ha perso un pò la sua somiglianza con il BlackBerry Passport ma presentava ancora una tastiera fisica.

La scorsa settimana, Unihertz ha pubblicato un teaser del nuovo dispositivo in stile BlackBerry sul proprio account Twitter: l’immagine dice “Prossimamente…” e mostra solo un angolo poco illuminato di uno smartphone che sembra un BlackBerry con una tastiera fisica, è quasi identico al BlackBerry KEY2.

L’immagine è questa;

La notizia è che ora Unihertz ha annunciato un nuovo dispositivo

Il BlackBerry KEY2, a sua volta, è una versione migliorata del BlackBerry KEYone, prodotto da TCL con licenze BlackBerry. Lo smartphone è diventato abbastanza popolare per i suoi standard, con circa 850.000 unità vendute in totale, e questo è stato sufficiente per TCL per creare una seconda versione, che tutti noi ancora usiamo.

In un modo o nell’altro, il prossimo dispositivo Unihertz, a quanto pare, sarà un clone BlackBerry KEY2, ed è del tutto possibile che sarà dotato del supporto 5G. 

Io ci spero sempre in un nuovo dispositivo BlackBerry, ed è stata una mia scelta non pubblicare il disastro annunciato da OnwardMobility, una storia che non ho volutamente pubblicare, visto che più volte ho scritto le mie perplessita su questa vicenda, dubbi che si sono trasformati in certezze. 

BlackBerry non doveva fidarsi di un progetto cosi poco attendibile, dopo tanto lustro era troppo poco OM, ma è il mio modesto parere da consumatore.

P.S. BlackBerryClic continua il suo cammino…..